Alla scoperta del bowling

A seguito della pubblicazione da parte del Comune di Milano dell’avviso di istruttoria pubblica finalizzata all’individuazione di soggetti disponibili alla realizzazione delle azioni previste nel progetto istituzionale del VI piano infanzia adolescenza ex legge 285/1997 della Direzione Centrale Politiche Sociali e Cultura della Salute – settore Territorialità: progetto “Cultura e sport per tutti – azione B. cig 644488682b per l’anno 2016 l’Associazione Sportiva Dilettantistica Tutto Bowling in collaborazione con il settore Bowling dell’Area Giochi Tradizionali della UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti) e i Centri Bowling dei Fiori e PlayUp Milano Loreto, propongono alla Sua attenzione e agli insegnanti della Scuola Primaria l’iniziativa denominata


ALLA SCOPERTA DEL BOWLING

 

Vogliamo ricordare che la valenza dello Sportpertutti che da sempre U.I.S.P. porta avanti in altri contesti territoriali viene confermata anche nella sua zona da questo progetto che vuole avvicinare alla pratica sportiva i giovani studenti della scuola Primaria. Una pratica non agonistica, che punta al movimento e all’attività per tutti, cercando di porsi direttamente in contrasto con la crescente sedentarizzazione che in misura preoccupante vede l’aumento dell’obesità tra i nostri ragazzi.


ALLA SCOPERTA DEL BOWLING

 

si articola con obiettivi educativi ben precisi:

  • educazione alla convivenza civile: sviluppare la capacità di saper cogliere il significato delle regole, rispettare i canoni di gioco, sollecitare il senso del “gruppo” attraverso il lavoro di squadra, promuovere l’integrazione;
  • educazione motoria: sviluppo degli schemi motori di base e la capacità di orientamento spazio – temporale.

Perciò la invitiamo oltre che alla gradita  partecipazione, a compilare il modulo allegato e a farcelo pervenire quanto prima.

Il settore Bowling dell’Area Giochi Tradizionali della UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti) in collaborazione con il Centro Bowling dei Fiori, il Bowling PlayUp Milano di via Cavezzali 9 e l’Associazione Sportiva Dilettantistica Tutto Bowling propongono nell’anno scolastico 2015-2016 l’iniziativa denominata:


ALLA SCOPERTA DEL BOWLING

 

È rivolta agli studenti della Scuola Primaria, maschi e femmine. I ragazzi accompagnati da uno o più insegnanti potranno recarsi al centro bowling in orario curricolare e cimentarsi in questa disciplina, giocando e divertendosi insieme ai propri compagni ma seguendo le regole proprie del bowling, che sono sia tecniche sia, soprattutto, comportamentali.

Lo scopo è quello di far avvicinare i ragazzi a un’attività “diversa” ma non per questo meno formativa: praticando attività fisica “dolce” in un ambiente aperto, sano, disponibile e controllato, qual è il centro bowling, cementando in tal modo elementi di appartenenza, di riconoscibilità, poggianti su principi di integrazione, anche per ragazzi che possano avere handicap o difficoltà sociali più disparate.

L’iniziativa è GRATUITA e tale gratuità riguarderà tutte le fasi del Progetto.


Programma

L’iniziativa è rivolta a tutti gli studenti della scuola Primaria dell’Istituto Scolastico:

si articola in una fase di qualificazione e una fase di finale cui prenderà parte ogni Istituto partecipante e ogni impianto di bowling aderente.

  • LA FASE DI QUALIFICAZIONE
    Sono previste due uscite al centro bowling con le seguenti caratteristiche:

    • ogni gruppo potrà essere formato da due classi (40/50 ragazzi) o più a seconda della necessità organizzativa dell’Istituto scolastico
    • ogni partecipante potrà effettuare 2 partite di bowling
    • è previsto l’utilizzo delle sponde (bumpers)
    • l’uscita/e saranno concordate con l’organizzazione, e giorni e orari saranno indicati dagli insegnati a seconda delle necessità
    • il tempo impiegato per l’effettuazione delle due partite previste è di 1 ora e 30 minuti circa
    • il centro bowling sarà riservato alla scuola e riservato alla prova, nel mattino (due turni possibili: ore 9 – 11) o nel pomeriggio (ore 14.30)
    • il centro bowling mette a disposizione palle leggere e scarpe speciali
    • gli istruttori saranno presenti sulle piste insieme ai ragazzi, sia per guidarli alla scoperta del bowling, sia per controllarne l’esuberanza
  • LA FASE DI FINALE
    Al termine delle due fasi sarà stilata una classifica per ogni Istituto Scolastico partecipante che consentirà di determinare gli aventi diritto a prendere parte alla Fase di Finale (12 maschi e 12 femmine per ogni Istituto Scolastico).
    Gli insegnanti hanno la facoltà di modificare la classifica di merito e determinare autonomamente la formazione dei finalisti (12 maschi e 12 femmine che parteciperanno alla fase di Finale).
    La Fase di Finale prevede l’effettuazione di due partite in specialità di tris, il cui punteggio sarà sommato tenendo utili i migliori risultati di 2 giocatori/trici su 3.
    Ai Tris vincitori/trici della coppe e trofei.I Tris vincitori nei due impianti milanesi avranno la possibilità di essere premiati anche in occasione dell’iniziativa “Sport And The City” che ogni anno UISP Milano organizza e realizza (vedi locandina della scorsa edizione).

 

Sport and the City

 

Per partecipare basta inviare il modulo di adesione compilato in ogni sua parte

Per qualsiasi esigenza o chiarimento siamo a vostra disposizione.

Tel. e fax 02 89401800 – 335 5474519


Bowling e Scuola

di Guido Marcangeli *

Il bowling a pieno titolo può essere inserito nella programmazione didattica di educazione fisica, presentando notevoli e varie indicazioni e poche o nulle controindicazioni.

Tra gli aspetti positivi si possono inserire dal punto di vista pedagogico e psicologico una elevata socializzazione, data sì dal confronto individuale, ma rapportata sempre al gruppo, alla squadra, alla classe, alla scuola, alla realtà della pista dove gareggiano più persone, unite dal “magico” tabellone segnapunti, con conseguenti commenti e confronti.

Le ulteriori e importanti valenze positive riguardano gli aspetti fisiologici e metodologici: se è vero, come è stato asserito, confermato e dimostrato da auxologi e fisiologi, che proprio nell’età evolutiva bisogna sollecitare i pre-requisiti motori tipici delle “fasi sensibili” di apprendimento motorio (coordinazione, equilibrio, ritmo, percezione spazio-temporale), allora il bowling entra di diritto negli sport che abbracciano e sollecitano tutte queste caratteristiche, fondamentali per una crescita, dal punto di vista sportivo e non, organica completa.

Per giocare efficacemente a bowling, per totalizzare un buon punteggio, non è assolutamente necessario tirare la boccia con forza, almeno a livello giovanile: nell’età evolutiva i livelli di forza non sono elevati, si lavora molto con la forza rapida e non certo massimale, a condizione però di possedere a monte una buona coordinazione ed una buona attivazione e regolazione neuro-muscolare. È fondamentale invece possedere un buon equilibrio al momento della rincorsa e del tiro; una buona percezione del proprio corpo durante tutto il gesto del tiro (sensibilizzazione propriocettiva); una altrettanto buona percezione della distanza e della velocità della boccia (percezione spazio-temporale); un buon senso del ritmo per ottimizzare le forze e le contrazioni muscolari riducendo il dispendio energetico.

Il bowling sollecita queste caratteristiche motorie di base, questi pre-requisiti indispensabili per costruire in futuro una buona tecnica e per consolidare il bagaglio motorio che potrà essere utilizzato anche in altri sport.

Controindicazioni? Se è stato premesso prima che non serve una forza devastante per giocare a bowling, l’unica preoccupazione potrebbe derivare da sconsiderate azioni di forza, per di più non coordinate, e perciò fonte di traumi agli arti superiori (spalla), inferiori (caviglie e ginocchia), al tronco (parte lombare della schiena).

Sarà l’istruttore e l’insegnante che imposterà una giusta tecnica e correggerà eventuali errori, onde rendere la partita equilibrata e sempre divertente (non scordiamolo mai!).

Per concludere: bowling in ambito scolastico? Certo, tanto e volentieri.

 

* medico chirurgo, medico dello sport, docente C.O.N.I. per la biologia dello sport